A CAGLIARI CON GLI OCCHI DI UN LOCAL

A CAGLIARI CON GLI OCCHI DI UN LOCAL

La rubrica #Congliocchidiunlocal procede con Francesca Pola che ama descriversi così: ” Ciao! Mi chiamo Francesca, in arte Miss Polette (da Pola, che è il mio cognome…che fantasia,eh? ): quasi quarant’anni -QUASI-, metabolismo lento, fame perenne, cellulite e pancetta. Che altro? Amo alla follia Franca Leosini, Alberto Angela e il Trono di Spade. Tutto il resto è noia.” Oggi, ci porterà a Cagliari città di cui conosce tutti i segreti e in cui ci accompagnerà con gli occhi di un local. 


Per chi avesse intenzione di passare una vacanza a Cagliari ecco dei suggerimenti su quali posti visitare e dove mangiare. Il capoluogo sardo è infatti una città fortunata: sole, mare, panorami mozzafiato e ottimo cibo. Vorrei darvi anche qualche piccola dritta in più. Ormai abito qui da quasi vent’anni e ho imparato ad amare moltissimo questa città ma anche a lanciarle maledizioni voodoo almeno tre volte a settimana!

Intanto vediamo un breve elenco sui posti che secondo me non potete perdere.

 

IL CENTRO STORICO

La città è dotata di un centro storico meraviglioso che si trova nel suggestivo quartiere di Castello. Praticamente per arrivarci bisogna cimentarsi in  una sorta di avventuroso trekking che sconsiglio ai deboli di cuore, a chi fuma venti sigarette al giorno e a chiunque detesti camminare. La parte più vecchia di Cagliari infatti è raggiungibile soltanto a piedi o con l’ausilio di uno o due ascensori panoramici leggermente claustrofobici che, ahimè, si guastano spesso.

Il quartiere è dominato dal  Bastione Saint Remy: il monumento simbolo di Cagliari faceva parte delle antiche fortificazioni della città ed è BELLISSIMO. Si trova di fronte alla piazza Costituzione e domina la scena, illuminandola di bianco e dando l’impressione di esser stati catapultati nel Medioevo. In cima  alla sua imponente facciata c’è un’ampia terrazza panoramica e quando riuscirete ad arrivarci riprendete fiato e date sfogo al fotografo che alberga in voi. La vista è sensazionale: si scorge il porto, il mare e tutto l’orizzonte. Imperdibile.

A questo punto avrete bisogno di ulteriore ossigeno per visitare il resto del quartiere che è ovviamente ancora più in alto. Ci sono diversi monumenti, come la Cattedrale di Santa Maria, il Palazzo Regio, la Torre dell’Elefante e quella di San Pancrazio. Il trekking continua e dopo questa vacanza avrete perso circa due chili, quindi gioite e continuate a camminare! Troverete viuzze strette e molto caratteristiche, panni stesi ovunque e tantissime botteghe dove acquistare prodotti locali o insoliti souvenir.

 

IL POETTO

Se vi piace il mare tra i posti da visitare in vacanza a Cagliari non potete lasciarvi sfuggire il Poetto, una spiaggia chilometrica intervallata da chioschi e dotata di piste ciclabili e ampi viali pedonali. Ci si arriva con i mezzi pubblici o con una macchina a noleggio. Dubito fortemente che dopo la faticaccia di visitare il centro storico vogliate andarci a piedi, ma potrebbe essere un’altra possibilità. La strada è tutta in pianura e niente salite, promesso!

Il litorale parte dal porticciolo di Marina Piccola. Da qui potete ammirare un altro dei simboli del capoluogo sardo: la Sella del Diavolo. Si tratta di un promontorio la cui caratteristica forma è accompagnata da una curiosa leggenda. In poche parole Lucifero con diavoli a seguito scatenò una bella rissa con gli angeli per occupare il promontorio e la perse clamorosamente. Come se non bastasse durante la fuga a cavallo gli cadde la sella che precipitò dabbasso scavando un profondo solco. Da qui il nome Sella del Diavolo: un po’ inquietante ma senz’altro appropriato.

 

I PARCHI

Le aree verdi di certo non mancano a Cagliari. Tra i parchi più belli vale la pena di vedere quelli di Monte Urpinu e Molentargius. Il primo si trova vicino a Piazza Repubblica, sempre al centro della città. L’ideale sarebbe rilassarsi con una passeggiata immersi nel silenzio e nella natura. Se sarete fortunati incapperete in due o tre pavoni non proprio campioni di simpatia e magari riuscirete a fotografarli mentre fanno la ruota! Impresa non facile ma dopo l’arrampicata su per il centro storico vi sentirete in grado di fare qualsiasi cosa.

Il parco di Molentargius, zona protetta dall’Unione Europea, è un’ampia area naturale costeggiata da vaste saline. La zona è un po’ umida ma molto bella ed offre l’opportunità di ammirare da lontano i fantastici fenicotteri rosa, tipici di Cagliari. In città spesso soffia un ventaccio fortissimo: il caro vecchio maestrale. Ecco, in quel caso meglio stare lontani da questo parco o vi troverete gli occhi pieni di sabbia e pietroline volanti.

 

Dopo la sfacchinata nel centro storico, il mare e i parchi sarete affamati.

 

Il capoluogo sardo è famoso per l’offerta gastronomica di qualità. Ci sono decine e decine di ristoranti tipici con menù turistici a prezzi abbordabili che partono dai venti euro a testa. Ma potreste spendere anche di meno! Vi consiglio vivamente una capatina da Coccodi il dolce e il salato in via Santa Margherita 9, vicino al centro cittadino. Aperto dalle sette del mattino fino alle 22.30, il locale è un paradiso per gli occhi e per la gola: potrete fare colazione, pranzo e cena spendendo cifre irrisorie e soddisfacendo pienamente il palato.

Un altro posticino niente male è Osteria Paradiso nel quartiere della Marina di fronte al porto. Il nome è già tutto un programma: taglieri appetitosi, zuppe, piadine e tanto altro in un locale bello, buono e poco dispendioso!

E dopo questo piccolo ritratto, scommetto che non vedete l’ora di venire a Cagliari!

Un ultimo consiglio: non dimenticate scarpe comode, occhiali da sole e fiato ai polmoni! Ne avrete bisogno.

 


Potete trovarmi qui:

Facebook: https://www.facebook.com/laragazzaapprossimativaa

Blog: https://laragazzaapprossimativa.wordpress.com

 

Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *