Home » Coppia mista Italia Marocco: intervista a Travelholicsouls

Coppia mista Italia Marocco: intervista a Travelholicsouls

La rubrica sulle coppie miste, che indaga sulle dinamiche di diverse coppie miste che vivono in Italia, continua con una nuova intervista. Essere una coppia mista è un viaggio giornaliero tra differenti culture. Abbiamo intervistato, riguardo a questo viaggio interiore quotidiano Zineb e Simone – una coppia mista  che vive in Italia e che, ogni giorno collega due culture: italiana e marocchina.


COM’È ESSERE UNA COPPIA MISTA? CE LO SPIEGANO
SIMONE (ITALIANO) E ZINEB (DI ORIGINI MAROCCHINE)

Ciao a tutti, siamo Simone e Zineb, una coppia di 25 e 29 anni che oltre 5 anni fa si è conosciuta tramite internet e che da 2 convive sopportandosi e supportandosi.

Tra i due, Simo è quello italianissimo d.o.c. -lombardo da quando esiste la Lombardia-, Zi è invece quella che ha l’italianità ad honorem -ma d’altra parte il nome faceva sorgere qualche sospetto!-, nata e cresciuta in Italia da mamma e papà marocchini, in Italia da talmente tanto da aver iniziato a perdere il vocabolario arabo.

Viviamo a Monza e lavoriamo a Milano, Zi come responsabile PR e comunicazione per un hotel, Simo come Project Manager per un’azienda farmaceutica. 

Segni particolari?

  • A Zi piace il cioccolato, il calcio e i cuccioli -tutti i cuccioli ma specialmente quelli di alpaca e di cani;
  • a Simo piacciono i videogiochi -che poi, non piacciono a tutti gli uomini?-, le riviste sulle scoperte scientifiche e le polo. Ad entrambi piace viaggiare, ma tantissimo eh!  

Coppia mista in Italia


Cosa accomuna le vostre culture e cosa le differenzia?

Il Marocco e l’Italia sono abbastanza lontani… o meglio, il nord Italia e il Marocco sono abbastanza lontani soprattutto di usanze e costumi: il Marocco ricorda di più il sud Italia, caldo ed accogliente, fatto di ospiti trattati come re, rumoroso, fatto di uomini e anziani che passano le ore al bar, fatto di famiglie numerosissime e pasti da passare sempre tutti assieme… ma soprattutto impregnato di rispetto -per i genitori, per Allah, per chi ha bisogno-.

Il nord Italia forse è un po’ più freddo, è famiglie meno numerose, è ordine e disciplina, è caffè bevuto al volo al bancone, è rispetto ma per le leggi e per la scienza…

Ovvio, questa è un’estremizzazione della realtà ma è anche ciò che subito si percepisce come differenza tra uno e l’altro posto.

Però è anche vero che entrambi le nostre culture sono fatte di sorrisi, di mani aperte, di sostegno reciproco e comunque di rispetto, non per le stesse cose ma comunque rispetto. 

Coppia mista in Italia

 

Cosa amate e non amate della cultura dell’altro partner?

Una cultura è una cultura, a meno che non si estremizzino alcuni usi e costumi -ps. Nessuno dei due lo fa-, la si rispetta in tutte le sue forme. 

Nessuno dei due mette becco nelle usanze dell’altro… soprattutto perchè vengono spiegate e di solito, dopo aver fornito una sorta di libretto illustrativo della tradizione, questa si assimilano e diventano di entrambi. 

Quale comportamento o abitudine hai adottato della cultura del partner?

Zi, ad esempio, fa il ramadan e Simo, per quanto non si possa dire che lo esegua alla regola -spesso non mangia per tenerle compagnia- e rispetta i sacrifici di questo mese sacro. Il giorno della fine del Ramadan, partecipa ai festeggiamenti della famiglia di Zi e prova tutti i piatti tipici -e vi assicuro che per una persona che non mangia quasi niente come lui, è una prova d’amore non indifferente.

Zi d’altra parte partecipa a tutti i pranzi di Natale o Pasqua con la famiglia di Simo. 

Coppia mista in Italia

Dato che siete una coppia mista, a tavola cosa si mangia?

Siamo entrambi scarsissimi a cucinare quindi piatti facili e poco impegnativi.
I piatti tradizionali si mangiano solo a casa dei genitori di uno o dell’altro. 

Zi ama i pizzoccheri nella stessa maniera in cui Simo ama i tajine ma a casa non si cucinano ne uno ne l’altro, andiamo di etnico (messicano soprattutto), di pasta al volo e di secondi confezionati.

Hey, non giudicateci! 

Coppia mista in Italia

Considerando che siete una coppia mista (e quindi spesso accade) vi hanno mai fatto domande imbarazzanti o strane?

mmhhhh…. sempre? hahahahha!
La gente ha paura di ciò che non conosce per cui essere musulmana nel 2020 significa essere terroristi, un connubio semplicissimo. 

In pochi sanno che l’Islam in realtà è la prima religione ad aver liberalizzato la figura della donna. Se soltanto si aprissero più libri e meno social, si scoprirebbe quanto certe paure siano insensate e immotivate. 

Un aneddoto divertente di qualcosa che hai fatto che nell’altra cultura non si dovrebbe fare?

Non lo abbiamo fatto direttamente noi ma il nonno di Simone la prima volta che ha visto la madre di Zi alla sua laurea.
Simo aveva appena finito la discussione e sarebbero passate almeno un altro paio di ore prima della proclamazione e allora il nonno di Simo, per rompere il ghiaccio, disse alla madre di Zi: “Dai, andiamo a prenderci un bello spritz prima della proclamazione” mettendola in imbarazzo perchè non sapeva come dirgli che lei non beveva alcolici. 

Da quel giorno, il membro preferito della famiglia di Simo, della mamma di Zi, è ovviamente il nonno! 

Coppia mista in Italia

Un’abitudine, un’usanza, una superstizione che tendi a utilizzare spesso e che non esiste nella cultura del tuo partner?

Inschallah.
Chiedere sempre la benedizione di Dio prima di fare qualcosa. 

Non so se non c’è una formula simile nella religione cristiana o se semplicemente Simo non la usa ma è importante per me avere questa benedizione ogni qual volta io faccia qualcosa -ma ad esempio, anche solo prima di mettermi alla guida: salgo in macchina, mi metto la cintura e prima di partire, chiedo la mia benedizione.

Qual è il punto di forza di una coppia mista?

Che non hanno pregiudizi, che non hanno limitazioni, che sanno quanto il mondo, in tutte le sue sfaccettature possa essere bello e vario e incomprensibile e pieno di cose sconosciute ma non per questo negative. 

I pregiudizi, soprattutto quando si provano sulla propria pelle, temprano il carattere, impediscono commenti o pensieri dettati dalla superficialità e ti rendono paladino contro gli stessi. 

In una coppia mista, i pregiudizi contro cui combattere sono doppi perchè sono quelli contro due culture diverse ma il peso di questi pregiudizi, è dimezzato, perchè tutto si affronta assieme.

Si tratta della stranissima matematica dell’amore per cui il doppio, fa la metà.

You may also like

Lascia un commento