Stati Uniti on the road: il nostro itinerario tra California, Nevada, Arizona e Utah

Stati Uniti on the road: il nostro itinerario tra California, Nevada, Arizona e Utah

Stati Uniti on the road: il nostro itinerario tra California, Nevada, Arizona e Utah. Tutte le nostre tappe, paure, emozioni e sensazioni racchiuse in un solo articolo.


Chi ci conosce sa che noi abbiamo sempre detto che l’Asia, un po’ per i legami  profondi che inevitabilmente ci legano a lei, sarebbe venuta sempre prima degli altri continenti.

Il nostro progetto iniziale per il viaggio di laurea era quello di andare, per un periodo lungo, a stringere la mano a diversi paesi asiatici.
Eppure il destino ha fatto lo sgambetto all’Asia e ci ha portato da tutt’altra parte.
E così eccoci qui, con un biglietto in mano per un on the road degli Stati Uniti.

Quando il pensiero di un viaggio americano inizia a bussare alle tue porte, solleticando immaginazioni e fantasie, non ti resta che aprire la porta. Noi non solo abbiamo deciso di aprire le porte al sogno americano ma gli abbiamo anche arredato le pareti della mente, come se fosse casa sua da sempre.

Photo taken by Joey Csunyo on Unsplash

Noi siamo cresciuti vedendo magnifici paesaggi e città americane che facevano da sfondo a telefilm e film. Tutto questo ha fatto scattare in noi la promessa che, prima o poi, li avremmo visti attraverso i nostri occhi e non più attraverso il tasto “play”.

Quando sullo schermo del pc abbiamo visto la scritta “Il tuo volo è stato prenotato” – non potete immaginare – sono esplose mille emozioni diversissime e fortissime a tal punto da domandarci se il nostro cuore avesse spazio sufficiente per contenerle.
Il solo pensiero che tra meno di un mese voleremo in A-M-E-R-I-C-A ci solletica la pancia invadendo l’intestino di farfalle e facendoci sentire come i bambini il giorno di Natale.

Questo viaggio è arrivato improvvisamente dopo un periodo grigio e ci ha riportato il sorriso come quando, da ragazzino, prendi una cotta enorme e anche solo a sentirla nominare si disegna un timido sorriso.

Lo abbiamo cullato nella nostra fantasia per mesi come se fosse un figlio.
Lo abbiamo cucito a nostra immagine e somiglianza come se fosse un vestito.
Lo abbiamo tenuto segreto per tanti mesi per superstizione, quasi per paura che fosse troppo bello per essere vero.


ASPETTATIVE E.. ANSIE

Ci siamo tuffati in questi mesi nelle parole di diversi diari di viaggio, guide e blog.
Alcuni dei posti che andremo a visitare hanno suscitato, in chi le ha viste, emozioni incredibilmente stupende e indescrivibili.
Al contrario, altri posti tendono ad essere massacrate completamente come Los Angeles.
Vogliamo augurarci che le nostre aspettative possano essere appagate dalla realtà, almeno per la maggior parte delle destinazioni che abbiamo scelto.

Non vediamo l’ora di trovarci di fronte agli orizzonti dove il confine non sembra essere delimitato e dove la natura domina incontrastata.
Dall’altro lato abbiamo anche il timore degli imprevisti dietro l’angolo.
Dopotutto crediamo sia normale perché si tratta del primo viaggio intercontinentale on the road che facciamo così lontano geograficamente e temporalmente (con jet lag) da casa. 

In questi mesi infatti abbiamo iniziato a spulciare i vari siti sui temi scottanti come l’ assicurazione di viaggio.
Faremo un post più approfondito e più tecnico, tra i prossimi in programma, riguardo ai vari elementi che riteniamo necessari per un on the road negli stati uniti.
Ci teniamo veramente tanto a sottolineare l’argomento sul viaggiare sicuri.
Spesso vediamo e sentiamo nostri coetanei prendere sottogamba questo argomento solo perché ne vede l’inutilità.
Questo è dovuto anche al fatto che in Europa diamo per scontato la sicurezza e il sostegno sanitario: infatti, in caso di necessità tiriamo fuori la tessera sanitaria e siamo tutti più tranquilli.
Questo non è valido negli altri continenti come l’America e l’Asia.
Credeteci, metà del blog ha una famiglia nelle Filippine, la quale quando ha dovuto appoggiarsi al servizio sanitario ha visto cifre esorbitanti che noi in Europa non vedremo (per fortuna) mai.

Anche solo una piccola visita può costare tantissimo e rovinarvi le tasche solo per mancanza di considerazione preventiva non ne vale la pena. Ragazzi, ve lo diciamo con il cuore in mano: non fatevi scrupoli e prevenite pagando una cifra che sembra essere microscopica rispetto a uno scontrino a più zeri.


ITINERARIO

Quando cerchi di costruire un itinerario on the road in America, mentre il dito scorre sulla mappa, è inevitabile la tentazione di voler includere tutto in un grande itinerario.

I primi giorni eravamo paragonabili alle spose bipolari durante l’organizzazione del matrimonio: programmavamo, cancellavamo, riprogrammavamo, recuperavamo il cancellato, riscrivevamo e ricancellavamo.

La tentazione di includere il mondo ha ben presto lasciato il posto della consapevolezza di voler viaggiare senza fretta e pressioni. Dopotutto crediamo fortemente che la fretta sia nemica di chi desidera viaggiare e sia, allo stesso tempo, migliore amica di chi è turista frenetico.

Noi abbiamo quindi creato un itinerario che potesse permetterci di vivere, con calma, a 360 gradi dei paesaggio che si proietteranno nei nostri occhi e nei parabrezza della nostra macchina.

Dopo mesi di programmazione, cancellazioni e riconfermazioni, siamo arrivati al nostro itinerario definitivo.

Ci teniamo a sottolineare che:

  • l’itinerario è cucito su misura su di noi in base ai nostri interessi e sogni. 
  • Nonostante ci abbiano consigliato di fare più cose durante la giornata, noi ci siamo intestarditi perché – oltre a non voler fare di fretta –  dovevamo considerare che a guidare fosse solo una persona. Infatti, l’itinerario che segue include anche   pernottamenti per avvicinarci di più alla meta del giorno successivo.

In tutto attraverseremo 4 stati: California, Utah, Nevada e Arizona.


DAY 1-2-3-4.

Arriveremo a San Francisco dove passeremo intense giornate tra salite ripidissime, viste sul Golden Gate Bridge e le storie di Alcatraz.
Dopo aver stretto la mano alla sorella gemella di San Francisco in Europa, non vediamo l’ora di stringere la mano a quella originale.

San Francisco Photo by Eric Ward on Unsplash


DAY 5-6.

Da qui ci sposteremo a Monterey per due giorni per esplorare un pezzo della Big Sur, e per ammirare i tramonti e panorami mozzafiato. Non volevamo rinunciare a vedere questo angolo della California perché dopotutto come dicono i local “Se non visiti la Big Sur nn puoi dire di essere stato in California”.

Big Sur Photo by Derek Thomson on Unsplash

Ci sarebbe piaciuto percorrere interamente questo tratto ma, per questioni di tempo, non riusciremo e ne visiteremo solo una parte. Useremo questo desiderio come proposito per tornare in California la prossima volta. Da qui, per avvicinarci alla destinazione del giorno dopo, andremo verso Visalia per il pernottamento.


DAY 7-8-9.

Stringeremo la mano a tre parchi nazionali:

  • il Sequoia Park (pernottando a Ridgecrest),
Sequoia Park photo by Jeff Kepler on Unsplash
  • la Death Valley (pernottando a Las Vegas)
Death Valley Photo by Meriç Dağlı on Unsplash
  • Bryce canyon (pernottando a Saint George).
Bryce Canyon Photo by Oleg Chursin on Unsplash

 

Se il tempo sarà sufficiente andremo a vedere i giochi di colore della Valley of Fire state park.
Ovviamente ci perderemo tra le luci frenetiche di Las Vegas cercando di non fare bancarotta.

Las Vegas Photo by John Such on Unsplash
Las Vegas photo by Mike Boening on Unsplash

 


DAY 10 -11

Ci dirigeremo verso parchi gestiti dagli indiani d’America “Navajo” realizzando tre dei nostri sogni più grandi: 

1)andremo ad osservare i giochi di luci che si infiltrano tra le fessure dell’Antelope Canyon; 

Antelope Canyon Photo by Leon Liu on Unsplash

 

2)ci incanteremo, vertigini permettendo, a vedere l’Horsehoe bend

Horseshoe Bend Photo by John Hughes on Unsplash

 

3)torneremo indietro nel tempo nel far west a Monument Valley.

Monument Valley Photo by Wellington Rodrigues on Unsplash

Abbiamo deciso di dedicare a ciascun parco nazionale un giorno intero nonostante molti in una sola giornata visitino tutte e tre i parchi.
I sogni hanno un loro ritmo e bisogna prendersi cura di loro e dedicando loro tempo.
Per alloggiare più vicino alla destinazione del giorno dopo pernotteremo a Tuba city.


DAY 12 

In questa giornata visiteremo il Grand Canyon e valuteremo, con i nostri occhi, se le critiche fatte da molti siano fondate o meno.

Grand Canyon Photo by Sojy John on Unsplash

Percorreremo un tratto della famosissima Route 66 che ha ispirato sogni di milioni di persone.
Pernotteremo a Kingman sulla Route 66.

Route 66 Photo by Vicky McLain on Unsplash

 


DAY 13

Da Kingman lasceremo la Route 66 e ci sposteremo a Yucca Valley e Pioneertown per teletrasportarci nel far west.
Ci perderemo tra i cactus di Joshua Tree national park e nell’infinità del Mojave desert.

Joshua Tree National park Photo by Jayma Leavengood on Unsplash

 

Pernotteremo a Palm Springs sede del Coachella, il festival della musica.

Photo by Corey Agopian on Unsplash

DAY 14-15-16-17-18

Andremo ad esplorare Palm Springs che fa da sfondo al Coachella. Da Palm Spring ci dirigeremo verso Los Angeles ed esploreremo tutte le protagoniste della costa: Santa Barbara, Santa Monica, Venice Beach, Malibu e altre ancora. Visiteremo gli Universal studios per toccare con mano i film che abbiamo visto solo attraverso uno schermo. Cercheremo i nostri artisti preferiti tra le stelle della Walk of fame. Osserveremo con il naso all’insù la scritta Hollywood.

 

Photo by Nathan DeFiesta on Unsplash
Photo taken on Unsplash
Photo taken on Unsplash
Photo taken on Unsplash
Photo taken on Unsplash

Ci immergeremo nel caos lento di Los Angeles e della costa. Faremo una visita a San Diego per trovare una cara amica.

San Diego, Photo taken on Unsplash

Ovviamente, come già capitato in passato durante gli on the road, teniamo la porta aperta a modificazioni dell’itinerario in base a scoperte casuali lungo la traiettoria o corse inutili.


Se avete qualche consiglio sulle tappe che toccheremo,
sono super ben accette.


In collaborazione con Intermundial

16 pensieri riguardo “Stati Uniti on the road: il nostro itinerario tra California, Nevada, Arizona e Utah

  1. Mamma mia ma che bel viaggio! Potete portarmi con voi, per favore??? Prometto di occupare poco spazio e di non parlare troppo 😉
    San Francisco la adoro, è una città dove non mi stancherei mai di tornare, e se solo fosse più vicina probabilmente ci sarei tornata ultimamente. Giratela a piedi più che potete perché è bello passare da un quartiere all’altro assaporando le differenze.
    Sono d’accordissimo sulla parte dell’assicurazione perché per un mignolo rotto si rischia di dover vendere poi un rene per pagare le spese mediche!
    Per quanto riguarda i consigli, non so se lo abbiate già letto ma Claudia del blog Voce del Verbo Partire ha scritto un post con tantissimi consigli utili per un viaggio on the road negli Stati Uniti (lei è stata in New England ma direi che i suoi consigli vanno bene per qualunque zona degli USA).
    Buon weekend e soprattutto buon viaggio ❤️

    1. Ciao Silvia,
      ti aspettiamo in aereoporto 😛
      Abbiamo aspettative altissime per San Francisco e non vediamo l’ora di stringergli la mano.
      Per l’assicurazione viaggio, purtroppo vediamo, con tanto dispiacere, tanta gente che se ne frega.
      Dovrebbero invece prendere la situazione in mano, analizzarla e vedere cosa possa comportare una scelta del genere.
      Per i consigli, tutti questi mesi, abbiamo stalkerato persone fidate tra cui proprio Claudia <3
      A proposito, se dovessi avere qualche consiglio su una delle nostre tappe sono super ben accetti 😀
      Un abbraccio,
      Engi e Chri

  2. Il vostro sogno corrisponde al mio, anche se quando chiudo gli occhi e penso agli USA mi vedo sull’altra sponda, tra New York e la Florida. Capisco il richiamo, e sono felicissima che abbiate l’occasione di buttarvi in un’esperienza indimenticabile, che seguirò (lo ammetto) con una sana dose d’invidia <3 Date un bacino alla stella dei BSB per me!!

    1. Cele <3
      Appena arriveremo sulla loro stella ti manderemo mille storie e video.
      Speriamo di vederti presto presto.
      Un abbraccio enorme,
      Engi & Chri

  3. Ragazzi il vostro è un itinerario troppo forte! Io feci la California on the road e per finire tappa a Las Vegas e Grand Canyon. Purtroppo era pieno inverno e la maggior parte dei parchi era sommersa dalla neve quindi decisi di non addentrarmi perché temevo la guida sulle strade ghiacciate. Non vedo l’ora di seguirvi e di rivivere parte del mio sogno diventato realtà insieme a voi!

    1. Ciao Simo <3
      Ti auguriamo di poter presto realizzare il tuo sogno.
      Se dovessi avere qualche suggerimento, siamo tutti orecchi <3
      Un abbraccio fortissimo,
      Engi & Chri

  4. Ho i brividi solo a leggere quei nomi. Ammetto di avere un richiamo più per la costa est, ma credo che sarà così finché non avrò visto New York. Ricordo quando avete prenotato i voli e ora ci siamo quasi. Seguirò tutto il vostro viaggio perché in fondo l’ho visto nascere ahahaha

    1. hahahaha
      Ricordiamo come se fosse ieri la disperazione della prenotazione dei voli e il problema dei bagagli.
      Non finiremo mai di ringraziarti per la tua pazienza quel giorno <3

    1. Tu sei stata parte fondamentale per questo viaggio.
      Senza di te avremmo fatto l’on the road a piedi haha.
      Un grosso abbraccio amica.
      Speriamo di rivederti presto <3

  5. Come vi ho detto su IG, l’itinerario è bellissimo, leggerlo mi ha fatto venire una nostalgia assurda.. godetevi ogni attimo, perché sono certa che ci lascerete il cuore ❤
    Un abbraccio e buon viaggio!!

  6. Viaggio meraviglioso ragazzi!!!siete troppo carini simpatici e naturali.. ragazzi semplici a cui piace viaggiare!!!!vi seguo con enorme piacere un abbraccio e buon viaggioooo!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto