Valencia: cosa vedere e fare assolutamente, come spostarsi e dove alloggiare

Valencia: cosa vedere e fare assolutamente, come spostarsi e dove alloggiare

Abbiamo sempre amato paragonare le città
che visitiamo a delle persone
eppure non è facile inquadrare Valencia
a causa delle numerose anime che contiene.

Valencia è una signora elegante e silenziosa che non fa nulla di eclatante per farsi notare ma ti giri comunque a guardarla.

Valencia è una ragazza moderna che ti richiama silenziosamente ad ammirare le diverse facce che può assumere l’avanguardia.

Valencia è una mamma piena d’amore che ti coccola con i suoi piatti, cucinati rigorosamente come tradizione comanda, per conquistarti per la gola.


Non sapremmo descriverti esattamente l’istante, il momento, l’attimo in cui abbiamo iniziato ad amare questa città spagnola ma ci ha lasciato una grande nostalgia che ci prende improvvisamente solo a sentirla nominare o a rivederla nel nostro video.

Non sapremmo sintentizzare Valencia in un solo aggettivo perchè questa città ha talmente tanti volti ed anime racchiuse in un solo posto così piccolino ma così ricco.

Preferiamo farlo con una parola: qualità.

Perchè qualità? perchè rispetto alla sua vicina Barcellona è piu’ piccola ma, nonostante questo, non ha nulla da invidiare alla sua rivale grazie alle numerose attività, cose da fare, cose da mangiare.

COME SPOSTARSI A VALENCIA

Valencia presenta una rete della metro non ancora efficiente che non è ancora in grado di poter collegare in modo capillare ogni angolo della città.

Vi consigliamo di muovervi sempre in bus perchè sono molto piu’ efficienti a tal punto che anche in hotel – e i local stessi – vi consiglieranno sempre di usarli al posto della metro.

Per intenderci, la fermata che teoricamente collegherebbe il centro storico alla città delle arti e delle scienze si ferma a 15 minuti da questa!

COSA FARE A VALENCIA

IMMERGERTI NELL’ATMOSFERA DELLA
CITTA’ DELLE ARTI E DELLA SCIENZA


Non potevamo che iniziare la nostra lista da qui, il simbolo della città, creato dalla mente geniale di Calatrava.
Fin dal primo passo in questo angolo di città ti sembrerà di essere catapultato in un altro pianeta in cui avanguardia e modernità regnano sovrane.
Ogni giorno queste architetture attirano turisti provenienti da tutto il mondo, per la loro bellezza e soprattuto per ciò che contengono.


Noi abbiamo amato soprattutto l’oceanografico, che racchiude tantissime specie acquatiche e non, famoso soprattutto per la galleria degli squali.
Armatevi di pazienza e preparatevi alla ressa e sgomitate con i turisti per ottenere uno scatto perfetto perchè il divario tra immaginazione e realtà è grande.
Scherzi a parte, è molto suggestivo perchè ben pensato oltre che ben costruito.



Per quanto riguarda il museo della scienza, siamo rimasti molto delusi perchè le sue attrazioni principali sembravano costruiti ad hoc per bambini.

Vi consigliamo di concedervi un attimo di pace, lontano dal caos turistico, nella Umbracle: un vera e propria oasi di Palme trapiantato in mezzo alla modernità.


Se desideri visitare la città delle arti e delle scienze ti consigliamo di utilizzare i bus piu’ che la metro in quanto la fermata è molto distante.

Se invece desideri vedere anche il Jardin del Turia prima di immergerti nell’atmosfera della città moderna, allora puoi optare per la metro!

Hemisferic: aperto dalle 10 alle 19
Oceanografico: orari variano in base alla stagione
alta stagione (dal 17/7 al 31/8) aperto dalle 10 alle 24
Media stagione (15/6 al 16/7 e dal 1/9 al 12/9) aperto dalle 10 alle 20
Bassa stagione (2/1 al 14/6) aperto dalle 10 alle 18.
Umbracle: aperto tutto l’anno dalle 8 alle 23:30
Museo delle scienze: orari variano in base alla stagione
Bassa stagione (dal 2/1 al 30/6 e dal 14/9 al 30/12) aperto dalle 10 alle 19
Alta stagione (dal 1/7 al 13/9) dalle 10 alle 21
Dati aggiornati al Giugno 2017.

PERDERTI NELLA CITTA’ VECCHIA

Se pensavate che Valencia fosse solo città delle arti e della scienza vi sbagliavate di grosso!
Il cuore antico e tradizionale della città è racchiuso nel suo centro storico vestito delle diverse sfumature del beige.



La cattedrale di Valencia, che custodisce il Santo Graal, vi accoglierà con un benvenuto dalla piazza de la Virgen dove potrete sorseggiare una horchata fresca sedendovi nella bellissima fontana.

Cattedrale di Valencia: Orari dalle 10 alle 18 giorni feriali
dalle 10 alle 17.30 nei giorni festivi.
costo 3 Euro.


Nel centro storico potrete anche visitare la Lonja de la seda, utilizzata appunto per il commercio della seta e patrimonio unesco.
Sinceramente, non ci ha colpito molto perchè l’abbiamo trovata molto spoglia e povera per essere considerata un’attrazione da non perdere segnata in tutte le guide.

Lonja de la seda: Orari dalle 10 alle 18 dal martedì al sabato
dalle 10 alle 14 il Lunedì e la domenica.
2 Euro, Gratis con Valencia Card


Un’altra grande delusione per noi è stato il Mercado Central da cui ci aspettavamo molto di piu’: non fraintendeteci ma, dopo la Boqueria di Barcellona, ci aspettavamo qualcosa di piu’ eclatante e non un semplice mercato quotidiano.
Rimane comunque una zona da visitare perchè offre diverse realtà culinarie tipiche a prezzi modici!

Orari Mercado Central: dalle 7 alle 15 dal lunedì al venerdì.


Vi consigliamo di raggiungere Torres de Quart e/o Torres de Serranos per godere della vista della città valenciana dall’alto.
Personalmente, ci è piaciuto di piu’ la Torre de Serranos rispetto alla torre de Quart perchè riteniamo sia meglio conservata ma sono entrambe molto belle.

Torres de Quart: aperto dalle 9.30 alle 19
2 Euro, Gratis con Valencia Card
Torres de Serranos: Aperto dalle 10 alle 18 dal martedì al sabato
dalle 10 alle 15 la Domenica e i festivi
2 Euro sabato, Domenica e festivi gratis.

Molto carina anche Plaza de Toros che si trova di fianco alla stazione di Valencia.

GODERE DEL SOLE SPAGNOLO IN UNA DELLE SPIAGGE VALENCIANE


Il nostro viaggio a Valencia è stato abbracciato da un clima estivo che ci ha invogliato quasi subito a fare il nostro primo bagno mentre in Italia regnava la pioggia.

Vi consigliamo di andare a Playa de la Malvarosa, munito di un bagno con ombrelloni e sdraiette sorvegliato dal proprietario a una misera cifra di 4 Euro per affittarli un giorno intero!

Praticamente regalato!

Vi consigliamo di muovervi sempre in bus perchè la linea metro non collega in modo eccezionale le varie zone della città!

RITAGLIARTI UN MOMENTO DI RELAX NEL GIARDINO BOTANICO

Prendi una giornata di sole, prendi piu’ di mille specie di piante e fiori, prendi due o tre fontanelle e mettile in un’area lontana dal caos lento della città.

Risultato? un’oasi di pace curata nei minimi dettagli che tutti meriterebbero di avere a portata di mano!

Orari:
Maggio, Giugno, Luglio, Agosto: dalle 10 alle 21
Aprile e Settembre: dalle 10 alle 20
Marzo e Ottobre: dalle 10 alle 19
Gennaio, Febbraio, Novembre, Dicembre: dalle 10 alle 18
Come arrivare:
Bus
2, 5, 60, 62, 63, 64, 73, 79, 80, 95, N3

Metro linea 1 – fermata Estaciò Turia
Linea 3 e 5 – Fermata Angel Guimerà

…E UN MOMENTO DI PACE NEL JARDIN DEL TURIA

Appena prima di immergerti nel simbolo di Valencia, la città delle arti e della scienza, o subito dopo, concediti un momento di pace nel Jardin del Turia.

Non è come tutti gli altri parchi e non dovrebbe neanche esistere “naturalmente” perchè in principio, il fiume giaceva su tutta la superficie dell’intero parco ma è stato deviato per evitare le continue inondazioni che causava alla città!

Al posto del fiume, ora esistono diversi parchi, attrezzature per l’esercizio fisico, campi di basket, calcio e chi ne ha piu’ ne metta!

Vi consigliamo di vedere il parco di Gulliver, ispirato dalla omonima storia, in cui è stato costruito un enorme statua, volta a richiamare il protagonista, caratterizzato da enormi scivoli e giochi per i piccoli valenciani e non solo.

Volete trasformarvi in piccoli lillipuziani  anche voi?

MANGIARE, MANGIARE E ANCORA MANGIARE

Di solito diciamo di aver lasciato il cuore in una città quando ce ne innamoriamo.

Qui, abbiamo fatto di piu’: abbiamo lasciato lo stomaco.

Per i consigli sul cibo, ti rimandiamo a questo articolo dove protrai sbavare  trovare dritte per rendere felice anche il tuo stomaco!

DOVE DORMIRE A VALENCIA

Noi abbiamo soggiornato in un hotel che si affacciava su Plaza de l’Ajuntamiento ed è una posizione molto comoda da cui partire per esplorare la città: numerose fermate del bus, numerosi ristoranti, numerosi bar a portata di mano!


Potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento

10 pensieri riguardo “Valencia: cosa vedere e fare assolutamente, come spostarsi e dove alloggiare

  1. Angelica ma che quadro bellissimo su Valencia! Il mio viaggio in questa città, risale ad un numero non precisato di anni fa (cof-cof—dieci) e ad una sosta un pò frettolosa.
    Diciamo che mi è piaciuta la città vecchia e il panorama dalla torre della Cattedrale, ma ora mi spiace essermi persa quei bellissimi giardini!
    Chissà in futuro…
    Bacioni,
    Claudia B.

  2. Beh io non posso che essere entusiasta quando leggo qualcosa su Valencia… ci ho vissuto per 5 mesi durante l’Erasmus ed è stato uno dei periodi più belli della mia vita finora!
    Non ho ancora avuto modo di tornare a Valencia da allora, ma amo questa città e solo sentirne parlare mi fa tornare alla mente tanti bei ricordi. Bel post 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *