Cosa vedere a Dozza, e dove parcheggiare nel borgo dei murales

Cosa vedere a Dozza, e dove parcheggiare nel borgo dei murales

Cosa vedere a Dozza? Quali sono i murales più belli di Dozza? Mangiare a Dozza? Dove parcheggiare a Dozza?


 Oggi ci siamo persi tra i vicoli di uno dei borghi definiti tra i più belli d’Italia: Dozza.

Ci siamo catapultati, fin dal primo passo, in un coloratissimo museo a cielo aperto.

Dozza è famosa per gli splendidi murales fatti da più di 200 artisti, provenienti da diverse fette di mondo, che rivestono le pareti delle sue case. 

Cosa vedere a Dozza, il borgo dei murales

 

I murales ci aspettavano ad ogni angolo del borghetto salutandoci a suon di colori.

La cosa migliore della giornata? A farci compagnia c’erano i nostri cari amici marchigiani di Todomundoebom.

Cosa vedere a Dozza, il borgo dei murales

Dozza si trova in Emilia, più precisamente nella zona sud di Bologna e a 6 km da Imola. Questa posizione si può rivelare strategica perchè, subito dopo la visita a Dozza, si potrebbe optare per un bagno nel mare romagnolo oppure per pit stop nella città delle due torri. 

I murales di Dozza sono ereditati permanentemente dalla Biennale del Muro Dipinto, una manifestazione che si svolge a settembre negli anni dispari. Ad ogni manifestazione, questo borghetto aggiunge più i capolavori presenti regalando una galleria d’arte a cielo aperto. In altre parole, qui la street art è legalizzata e tutelata.

Cosa vedere a Dozza, il borgo dei murales

Abbiamo cercato di rubare più colori alla realtà tramite i nostri occhi per fissarli in memoria. Tuttavia, ci sono alcuni murales del borghetto che ci hanno conquistato più di altri. I nostri murales preferiti sono l’angelo di Dozza, il più famoso e più fotografato murales rosa del borghetto.

Cosa vedere a Dozza, il borgo dei murales

Lasciato l’Angelo di Dozza, andando verso l’arco di via XX Settembre, vi ritroverete di fronte a un altro murales che ci ha rubato il cuore (e ore, cercando di immortalarlo da ogni prospettiva!). Si tratta dell’opera di Frasnedi chiamato “l’arcobaleno”.

Cosa vedere a Dozza, il borgo dei murales

Cosa vedere a Dozza, il borgo dei murales
Foto di Todomundoebom

Un altro murales carino si trova in piazzetta e raffigura un francobollo delle poste italiane.

Cosa vedere a Dozza, il borgo dei murales

Mentre scriviamo questo articolo, ci stiamo accorgendo che la lista dei nostri murales preferiti di Dozza si sta allungando sempre di più. Potremmo parlarvi all’infinito dei murales più belli di Dozza che abbiamo amato. Preferiamo però lasciar parlare i colori stessi.

Vi lasciamo quindi un consiglio, andate in giro senza meta specifica per il borgo di Dozza come se faceste una caccia al tesoro. Saranno i murales a richiamarvi e lasciare scegliere voi di quale innamorarvi.

Cosa vedere a Dozza, il borgo dei murales


MANGIARE A DOZZA

Pur essendo ancora poco conosciuto, Dozza è un borghetto molto frequentato nei weekend. Per questo, se avete intenzione di andare in un giorno festivo o di domenica, vi consigliamo di prenotare almeno qualche giorno prima della vostra visita. In caso contrario, rischiereste di trovarvi porte in faccia e rimanere con lo stomaco affamato.

Dove mangiare a Dozza


DOVE PARCHEGGIARE A DOZZA

C’è un parcheggio gratuito che si trova in via calanco, 20 metri prima dell’ingresso del borgo. Uno dei punti forti di Dozza, secondo noi, considerando che in altri borghi chiedono un rene per pagare i parcheggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto