Santorini non è solo acqua cristallina, non è solo spiaggia, non è solo olio abbronzante

Santorini non è solo acqua cristallina, non è solo spiaggia, non è solo olio abbronzante

Su Santorini ho millecinquecentocinquantamila cose da dirvi per credo proprio che un singolo post non sia sufficiente a rendere giustizia e reale spazio a questa meravigliosa meta.

Per cui, la suddividerò in due articoli diversi: questo focalizzato sulle impressioni e cose da non perdere, seguito da un post invece piu’ pratico.

Come avete già intuito inaspettatamente mi sono innamorata di questo pezzo di mondo: dico inaspettatamente perchè in realtà per quanto riguarda le mete della Grecia io e Chri ne abbiamo scelta una ciascuno; inaspettatamente perchè io puntavo su Atene per poi finire per lasciare un pezzo di cuore a Santorini; inaspettatamente perchè non mi faceva impazzire l’idea di andare in un’isoletta a crogiolarmi sotto il sole 24 ore su 24.

E invece mi sbagliavo perchè a Santorini ci sono talmente tante cose da fare e da vedere che non si riesce a stare con le mani in mano nè tantomeno concedersi il lusso di abbrustolirsi senza mai schiodarsi dalla spiaggia. 

Infatti Santorini non è solo acqua cristallina, non è solo spiagge diverse tra loro, non è solo olio abbronzante.

La famosa Caldera vista mare

Santorini è nei tanti piccoli paesini raggomitolati sul cucuzzolo delle montagne, e scavate su di esse, che si affacciano specchiandosi sul mare e sulle isole circostanti.

Tanti piccoli paesini dominati dal trionfo dei colori bianco e blu che li rendono preziosi e fanno scattare sin dal primo momento la caccia alle cupole blu famose in tutto il mondo e simbolo di Thira stessa.

Tanti piccoli paesini che si vestono di sfumature arancio-giallo-rosa del tramonto, in modo egocentrico ed orgoglioso, attirando la folla che col naso all’insù e all’ingiu scatta foto per congelare in scatti la fine del turno di lavoro del sole. Tra l’altro, ci tengo a sottolineare che fonti e classifiche diverse definiscono il tramonto di Santorini una delle 100 cose da vedere almeno una volta nella vita. 

COSE DA FARE ASSOLUTAMENTE 

1) SPIARE PANORAMI MOZZAFIATO DA DIVERSE ANGOLAZIONI

Uno sguardo a Imerovigli

Santorini è nelle salite vertiginose e strette, incorniciate dalle casette tipiche delle isole cicladi, che ti permettono di spiare panorami mozzafiato e di riempirti gli occhi di blu e di bianco.

E’ l’unico posto in cui io sia stata in cui posso affermare che lo spettacolo panoramico porti le persone ad ammirare con naso all’ingiu, invece che all’insu, la vita che scorre nei paesini contornata dal blu infinito del mare.


2) CACCIA ALLE CUPOLE PIU’ FAMOSE AL MONDO

Le cupole si trovano ad Oia nella parte nord dell’isola.

Ma vi sconsiglio di soggiornare qui a causa dell’afflusso che ogni sera porta una cascata di turisti a raggomitolarsi con lo sguardo verso il cielo per immergere lo sguardo nel tramonto!

E portate pazienza, perchè per immortalare le tre cupole in un solo scatto si deve accedere a una via laterale veramente stretta in confronto ai numerosi turisti che la ingorgano!



3) FARE LA CAMMINATA CHE DA FIRA CONDUCE, ATTRAVERSO FIROSTEFANI, ALLA MERAVIGLIOSA IMEROVIGLI.

I tanti piccoli paesini di Thira si assomigliano tra di loro ma allo stesso tempo differiscono nelle loro lievi sfumature.

Andate lontano dal caos di Fira ed Oia per ammirare la tranquillità che Santorini sa donare a chi la ricerca.

Perdetevi negli angoli di questi paesini, e attendete il tramonto di fronte alla chiesa di Imerovigli: non è conosciuta da molti come punto strategico per ammirare il tramonto ma regala emozioni tanto quanto la famosa oia.

Noi fortunatamente, essendo partiti sul tardi da Fira, abbiamo avuto l’eperienza di vedere tre tramonti in un colpo solo: l’inizio del tramonto sulla caldera di Fira, il sole a metà del suo tragitto tra cielo e mare a Firostefani, e il tramonto vero e proprio ad Imerovigli.

Io e Chri a Firostefani
 

4) CROGIOLATEVI AL SOLE NELLE SPIAGGE DELL’ISOLA.

Perissa Beach
Le spiagge  di Santorini sono tutte uniche, particolari e diverse tra lorograzie all’origine vulcanica dell’isola stessa.

Si trovano soprattutto nella parte orientale dell’isola. 

Se state ricercando un viaggio per posare come lucertole, per la maggior parte del tempo, vi consiglio di ricercare una sistemazione nella parte ad est dell’isola.

Anche se in realtà date le dimensioni dell’isola, noleggiando un quad non ci sarà alcun prolema nelgli spostamenti: pensate che il tragitto piu lungo fatto da noi era di soli 20 minuti da Fira a Perissa Beach!

Personalmente, noi siamo rimasti estasiati dalla tranquillità ma non troppa di Perissa e dalla bellezza della spiaggia nera di origine vulcanica.

Per quanto riguarda i lettini e l’ombrellone, erano gratuiti ma vi si poteva accedere solamente effettuando solo un consumo di almeno 20 euro (ad ombrellone, per cui anche in due) presso il bar proprietario dello stabilimento balneare!

Non avrete neanche bisogno di alzarvi dal lettino, perchè i baristi vi porteranno direttamente i pasti sotto l’ombrellone!Più  viziati di così!!

Inoltre vi consigliamo la spiaggia rossa di Akrotiri a forma di ferro di cavallo che sembra quasi scavata nella roccia rossa.

Per accedervi c’è un tratto a piedi di roccia e terra polverosa dissestata da effettuare a piedi ma ne vale la pena.


5) IMMERGETEVI NEL CAOS RILASSATO DEL CENTRO DI FIRA

Fira è il cuore e la capitale dell’isola.

In questo paesino si mescolano tra loro la facciata della caldera, fiori fucsia che interrompono il blu e il bianco delle case, ristorantini con vista mare, i negozietti di artigianato, asini che fungono da taxi (eh si, ho scritto proprio taxi.. Per cui sappiate che se doveste chiamare un taxi a Santorini comparirà un veicolo peloso a quattro zampe che raglia!).

Se state ricercando un viaggio dove poter far qualcosa, anche al calar del sole, vi consiglio di soggiornare  questa città come abbiamo fatto noi.

Noi abbiamo soggiornato all’hotel Thirasia, a due passi al centro ma sufficientemente distante per ripararsi dai rumori della movidanotturna di Fira.


6) LAST BUT NOT LEAST, IL TRAMONTO DI OIA: CONSIDERATA DA MOLTI UNA DELLE 100 COSE DA FARE PRIMA DI MORIRE.

Credo che qui, le parole siano inutili e superficiali.

Preferisco lasciar parlare questa foto a modo suo per  riempire anche i vostri occhi delle sfumature del tramonto che riveste le case bianche di arancio, giallo, rosa. 

0 pensieri riguardo “Santorini non è solo acqua cristallina, non è solo spiaggia, non è solo olio abbronzante

  1. Stupenda! Allora è proprio come la descrivono tutti 🙂 A me l’idea di stare una settimana sul lettino non è che piace molto ma se ci sono cose carine da fare.. potrebbe essere inserita nella mia wihlist! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *