La cultura filippina: le curiosità e le usanze del paese spiegate da una filippina.

La cultura filippina: le curiosità e le usanze del paese spiegate da una filippina.


La cultura filippina: le curiosità e le usanze del paese spiegate da una filippina.


Con l’entrata del turismo di massa nelle Filippine, sul web sono spuntati come funghi moltissimi articoli sulla cultura filippina… purtroppo errate!. La cultura filippina, le curiosità e le usanze del paese sono molto complesse. Proprio per questo, vanno spiegate con gli occhi di una local come me. In questo articolo ti prenderò e ti porterò ad immergerti in alcune curiosità e nella cultura filippina, nel mio paese natale, che è molto più vicina a noi italiani di quanto pensi.

La cultura filippina: le curiosità e le usanze del paese spiegate da una filippina


INDICHIAMO CON LA BOCCA

Indicare nel mondo occidentale si fa, come suggerisce la parola, con l’indice. Nelle Filippine si usa indicare con le labbra prolungandole in avanti: in stile “duck face” per intenderci. Quindi se qualche filippino allunga le labbra senza muoversi verso di voi e guardando fisso, sappiate che non è un marpione ma sta indicando cose!

La cultura filippina: le curiosità e le usanze del paese spiegate da una filippina
Taken on Unsplash

NON ESISTE UNA SOLA LINGUA NELLE FILIPPINE.

Come vi ho già detto in altri articoli, le Filippine sono state colonizzate da diversi popoli come la Spagna e America. Da qui, derivano diverse influenze che si riflettono sulla lingua.  La lingua ufficiale è il Tagalog che include parole inglesi e spagnole. Nella pratica di tutti i giorni però, noi filippini, usiamo diverse lingue. Infatti, molti viaggiatori si stupiscono per il fatto che la (quasi) totalità di noi filippini, sin dall’infanzia, è in grado di parlare anche l’inglese.

Ciascuna isola ha la propria lingua e dialetti diversi (per esempio, Ilocano nel nord dell’isola di Luzon o il Cebuano nell’isola di Visayas). Da qui deriva un grande problema: spesso i filippini, provenienti da isole e/o città diverse, fanno fatica a capirsi gli uni con gli altri.

Tranquilli, proprio per questo, oltre alla lingua ufficiale, c’è la seconda lingua che è l’inglese. La tv stessa e alcune scuole (per alcune materie) utilizzano proprio l’inglese. I film stranieri in lingua inglese non vengono neanche tradotti per le Filippine né vengono utilizzati sottotitoli. Posso dirvi che quindi, proprio per questo, non esiste una sola lingua ma potremmo dire che, nella quasi totalità dei casi, ciascun filippino è multilingue dato che, oltre al proprio dialetto, parla Tagalog e Inglese che vengono usati e alternati spesso.

La cultura filippina: le curiosità e le usanze del paese spiegate da una filippina
Taken on Unsplash

IL RISPETTO NELLE RELAZIONI: KUYA, ATE, TITO/A.

Al centro di tutta la cultura filippina c’è il rispetto che si manifesta in tantissimi aspetti nelle relazioni. Infatti, il rispetto è qualcosa di innato e che non si guadagna. Infatti, nelle relazioni bisogna portare rispetto in particolare modo a chi è più grande di te (ti spiego il motivo nel prossimo paragrafo). Questo rispetto è quasi formale perchè ci sono delle usanze anche solo per chiamare o rivolgersi a una persona più grande di te:

Kuya (si pronuncia cuìa): viene utilizzato per rivolgersi a un ragazzo più grande di te, anche se solo di un anno. Ad esempio, i miei cugini che hanno un’età minore di Chri si rivolgono a lui chiamandolo “Kuya Chri”.

Ate (si pronuncia àte): è la versione femminile di “Kuya” e si utilizza per rivolgersi a ragazze più grandi di te, anche di solo un anno. I miei cuginetti o amici filippini mi chiamano “Ate Angelica”.

Tita e Tito: significa letteralmente “zia” e “zio” e si usa per le persone che sono molto più grandi di te ma non così giovani da essere chiamati Kuya e Ate. Per esempio, se incontrassi una persona che ha l’età di mamma dovrei rivolgermi chiamandola tita. Questo fa capire che la comunità è al centro di tutto e non occorre avere un legame di sangue per essere connessi con una persona. Praticamente sempre i vicini di casa sono parte della tua famiglia. Io ho più di 30 tita/zia per intenderci.

Nanay/Tatay: significa letteralmente “mamma” e “papà”. Si usa per le persone anziane. 

 

Cultura filippina e le usanze spiegate da una filippina
Puerto Princesa, Palawan

Okay, primo step base del rispetto della cultura filippina imparata.

Procediamo con il secondo step. 

Tieniti forte.

Il rispetto non va solo per età ma anche per relazione familiare: infatti, mia zia acquisita è più giovane di 4 anni di mia mamma e si è sposata con il fratello maggiore di mia madre. Nonostante non esista la differenza di età, sposandosi con il fratello maggiore ha acquisito una posizione di maggior rispetto e, per questo, mia madre la chiama “Ate” nonostante sia più giovane di lei.

Lo so, è complicato ma non ti preoccupare perchè, a meno che tu non debba conoscere parenti filippini, questo ultimo step non ti servirà.


POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Asia ed Europa convivono in me contemporaneamente 


IL RISPETTO E LA GENTILEZZA NEL RIVOLGERSI
 ALLE PERSONE

Troppe formalità? Non è ancora finita.

Nella cultura filippina, il profondo rispetto verso i grandi è legato all’idea che l’età sia direttamente proporzionale alla saggezza e all’esperienza accumulata da quelle persone.

Il rispetto verso le persone più grandi si manifesta anche nelle conversazioni: più precisamente con il “Po”. Si utilizza in mezzo alle frasi come segno di rispetto e gentilezza. Si utilizza anche verso persone che non si conosce come segno di gentilezza. E’ l’equivalente del nostro dare del lei.

Esempio di frase: “Kamusta ka na?” (“come stai?”) si usa per persone coetanee o più giovani.

“Kamusta ka na po” (“come sta?”) si usa per dare nella frase rispetto per i più grandi e per gentilezza verso le persone.

La cultura filippina: curiosità e usanze spiegate da una filippina
Io, mia sorella e i miei cuginetti da piccoli

Ora che avete imparato l’uso del “Po”, possiamo procedere con il rituale del “Bless” che significa “Benedizione”. Consiste con un saluto alle persone molto più grandi di noi. Per farlo dovreste prendere la mano della persona anziana e mettere il dorso della sua mano nella vostra fronte. Deriva dalla cultura estremamente cattolica che infiamma i cuori della maggioranza dell’arcipelago filippino.

Cultura filippina e le usanze spiegate da una filippina
Photo: www.filipiknow.net

NON CI SPOSTIAMO MAI A PIEDI NEMMENO
PER FARE QUALCHE CENTINAIO DI METRI

Oh no, non è questione di pigrizia. 

È questione della cultura filippina.

Tutti i filippini, me compresa, sanno di poter avere a disposizione diversi mezzi di trasporto di cui vi abbiamo parlato in un articolo precedente: Jeepney, Trycicle, Bus, Bycicle, Kalesa, Taxi, Uber.  

Perché non approfittarne?

La cultura filippina: le curiosità e le usanze del paese spiegate da una filippina
Taken on Unsplash

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE Le Filippine sono pericolose? Tutta la verità sulla sicurezza nelle Filippine


LA CULTURA FILIPPINA A TAVOLA:
NON USIAMO LE BACCHETTE NE’ IL COLTELLO

“Che bello che tutti voi asiatici sapete usare le bacchette!”.

Ehm…ti sbagli.

Nella quasi totalità dell’Asia si utilizzano bacchette ma nelle Filippine scoppieranno a ridervi in faccia se lo dirai. Noi non abbiamo mai usato né visto le bacchette perché siamo stati colonizzati dagli spagnoli dai quali abbiamo ereditato le posate europee. Prima ancora dell’arrivo degli spagnoli, a tavola era previsto mangiare con le mani… cosa che ancora alcuni filippini fanno!

Abbiamo ereditato il cucchiaio e la forchetta ma non utilizziamo il coltello. Per tagliare usiamo il cucchiaio! Ovviamente per la fase della preparazione in cucina, si utilizza il coltello grande ma in tavola non esistono i classici coltelli.

Cultura filippina e le usanze spiegate da una filippina


OMBRELLI E CULTURA DELLA PELLE BIANCA

La cultura filippina presenta la tendenza, tipica delle culture asiatiche, di non volersi abbronzare. Infatti, come spiegato in un precedente articolo sulle curiosità sugli asiatici, chi ha la pelle scura è considerato brutto perchè legato a lavori umili all’aperto.

Ovviamente, se andrete al mare, sarà come avere una spiaggia privata tutta per voi: i filippini non stanno al sole.

Cultura filippina e le usanze spiegate da una filippina


RELIGIONE DI MAGGIORANZA È IL CATTOLICESIMO E QUINDI IL DIVORZIO E L’ABORTO SONO ILLEGALI.

Una delle domande che mi sono state poste di più nella vita riguardava proprio la religione. Nell’immaginario collettivo, l’Asia fa rima con templi e statue di Buddha. Nelle Filippine, i templi e le statue di Buddha lasciano spazio alle chiese e crocifissiInfatti, la cultura filippina, grazie alla colonizzazione spagnola, ha avuto una conversione al cattolicesimo.

Cultura filippina
Chiese nelle Filippine

Qui, l’amore per la propria religione è fortissima e si vede anche sia case sia nei dipinti dei jeepney (trasporti filippini).

Questo amore è così forte e radicata nella cultura filippina a tal punto che durante le festività di pasqua, in alcune isole viene rappresentata la flagellazione della via crucis di Gesù. E quando dico “rappresentata” intendo che persone reali vengono davvero flagellate (ovviamente nei limiti). True story.

Conseguenza di questa devozione religiosa? il divorzio e l’aborto sono considerati illegali.


POTREBBE INTERESSARTI ANCHE Torno a casa. Dopo 7 anni.


CULTURA DEL TURISTA E DELLO STRANIERO
NELLA CULTURA FILIPPINA

Uno dei problemi maggiori legati alla popolazione filippina, è la sovrappopolazione. Il governo filippino, non condividendo l’aborto né il voler fissare un numero massimo di figli che si possono avere (come avviene n Cina), ha trovato un altro stratagemma per contrastarlo. Infatti, fa molta propaganda sull’importanza di fare esperienze all’estero e sul vivere in altri paesi. Infatti, tra i popoli maggiormente migratori vi è proprio il popolo filippino. Proprio per questo il turista viene trattato come un vip. Molto spesso i filippini stessi chiedono ai turisti di fare foto con loro. Inoltre, essendo un popolo molto aperto, tendono a trattare il turista come un ospite. Sappiamo tutti quanto sia allargato il concetto di famiglia che, nella cultura del mio paese natale, fa rima con comunità.

La cultura filippina: le curiosità e le usanze del paese spiegate da una filippina
Taken on Unsplash

L’ATTACCAMENTO ALLA MUSICA E AL KARAOKE

 

Non puoi dire di essere stato nelle Filippine se non hai mai partecipato all’azione base della cultura filippina: Karaoke. Passeggiando tra le case o i centri commerciali, sentirai delle note nell’aria scandite da un microfono. Se lo senti, corri a vederlo. Il Karaoke è una questione di famiglia, quartiere e nazionale. Una festa non si può considerare tale se non c’è un karaoke. Ah dimenticavo, non è un vero karaoke se non ci sono fiumi di birra!. 

Cultura filippina spiegata da una filippina
Ricordi di una festa in famiglia con immancabile karaoke

APERTURA ALL’OMOSESSUALITÀ 

Nonostante l’attaccamento super religioso, che porta a considerare illegali sia l’aborto sia il divorzio, i filippini sono super aperti verso l’accettazione delle differenti sfumature dell’amore. Non sono considerati, purtroppo per ragioni religiose, il matrimonio per le comunità LGBT. Nonostante questo, le comunità LGBT sono molto ben accette all’interno della società da decenni. Possiamo dire che, nonostante si tratti di un paese del terzo mondo è molto più avanti su questo rispetto all’emisfero occidentale da decenni. Secondo me, molti paesi saranno avanzati nella tecnologia ma non nel cuore. Qui il cuore vince su tutto.

 


SI FANNO ALMENO 6 PASTI AL GIORNO

Cultura filippina spiegata da una filippina

Non si hanno degli orari fissi per mangiare ma diciamo che in genere noi filippini mangiamo minimo 6 pasti principali al giorno (escludendo gli spuntini): colazione, merienda (Sì, si dice con la parola spagnola) delle 10, pranzo, merienda delle 15, cena, spuntino di mezzanotte.

La cultura filippina: le curiosità e le usanze del paese spiegate da una filippina
Una delle tante meriende previste dal protocollo della cultura filippina

FISSAZIONE PISCINA

Le Filippine hanno un mare talmente bello da rientrare nelle classifiche delle isole più belle al mondo. Nonostante questo, la maggioranza dei filippini ha una vera e propria fissazione per la piscina. Non è una festa senza una location con una piscina e senza karaoke con fiumi di birra (vedi punto precedente).

La cultura filippina spiegata da una filippina

Secondo la mia interpretazione personale, la piscina potrebbe essere fonte di maggior sicurezza (molti filippini non sanno nuotare) oppure simboleggiare benessere.

Cultura filippina spiegata da una filippina.
Io, da filippina, come non potrei rispettare la fissazione per le piscine?

FAMIGLIA  NELLA CULTURA FILIPPINA: LA COMUNITÀ

La famiglia non è composta da mamma, papà, fratelli, nonni, zii, cugini. Il concetto di famiglia è molto più allargato perchè è intesa proprio come comunità. Infatti, da filippina, considero parte della mia famiglia anche i vicini di casa e/o compagni di giochi. Non si ferma qui. Gli amici di tuo figlio, fratello, sorella, zii sono anche tuoi amici. È qualcosa di più astratto che è innato: si tratta di un vero e proprio senso di appartenenza al paese. Vi farò alcuni esempi.

La cultura filippina: le curiosità e le usanze del paese spiegate da una filippina
Una parte della famiglia di primo grado

Se all’estero o in Italia, incontro filippini che non conosco sul mio cammino si instaura subito un senso di appartenenza in noi che ci porta a disegnare sul volto un sorriso e un saluto. Molto spesso si parla anche. Ad esempio, nel mio on the road in America, a San Francisco ho conosciuto tantissimi filippini e scoperto che nelle Filippine erano miei vicini di casa (N.B.: nelle filippine vicino di casa molto spesso significa che si abita nello stesso quartiere che, normalmente, è grande tanto quanto una città emiliana).

La traduzione letterale del senso della comunità e senso di appartenenza nella cultura filippina è all’interno dei piatti forti nelle Filippine, chiamato Boodle Fight: consiste nell’avere più piatti posti su foglie di palma. Il concetto di Boodle Fight è quello di condividere il cibo. La condivisione prima di tutto.

La cultura filippina: le curiosità e le usanze del paese spiegate da una filippina
Boodle fight filippine Philippines

Cultura filippina

Vi faccio un altro esempio riguardo a mia mamma e mia zia perchè, al contrario di me che sono venuta in Italia a 5 anni per ragioni diverse, loro sono cresciute e hanno studiato lì instaurando relazioni profonde. Per quanto riguarda l’istruzione, ciascuna classe scolastica è composta da 50 persone circa. Mi credete se vi dico che tutti e 50 sono una grande comunità e se anche uno solo dei membri sta male o ha qualche problema ci si aiuta facendo una raccolta fondi?. In altre parole, lo spirito è “il tuo problema è un mio problema e lo dobbiamo risolvere”.

La cultura filippina: le curiosità e le usanze del paese spiegate da una filippina

Altro esempio: i filippini per viaggiare spesso si appoggiano agli amici e conoscenti per viaggiare. Questo significa che al posto di prenotare un hotel si è ospiti dell’amico e conoscente (nella maggior parte dei casi, quando noi filippini diciamo “conoscente” intendiamo che è il cugino di un amico mai visto). Fin qui, sembra tutto nella norma giusto? Essere ospiti di un filippino significa che non solo condividerete il tetto ma vi porteranno in giro per la loro città e vi offriranno tutto loro compreso i pasti. Non provate a pagare voi. Pena la morte. Letterale.

La cultura filippina: le curiosità e le usanze del paese spiegate da una filippina
Una vicina di casa che io considero come mia parente, appena mi ha vista dopo 7 anni

Non saprò mai rendere giustizia spiegandovi cosa significhi il senso di comunità nelle Filippine, per davvero perchè è inciso nel mio DNA dalla cultura filippina. Considerate solo che tutti i filippini vi diranno di essere fieri di essere filippini. Tutti i filippini, quando un filippino (o metà filippino come me) avrà successo in gare, concorsi, film, musica internazionale e nazionale, saranno lì a fare il tifo per lui e a sentire un po’ loro questa vittoria perchè porta in alto la bandiera filippina. Qui in Italia, vedo molti criticare chi ha successo (vedi il caso della Ferragni) e un senso della nazione solo durante i mondiali di calcio. 

 


L’ARTE DEL REINVENTARSI

Cultura filippina spiegata da una filippina

L’arte del reinventarsi nel lavoro per sopravvivere e guadagnare soldi. Qui anche i casalinghi si inventano lavori come i negozi nelle piccole case che vendono ghiaccio, cibo e bevande per qualche pesos. Inoltre, ci sono persone che vendono in strada fiori santi e cibo su carretti. Chi può contare sul proprio talento in cucina, rivende il cibo come ad esempio involtini e spaghetti di riso.

I miei nonni avevano ricavato dalla nostra sala, lo spazio per metterci un negozietto dove vendere spuntini, patatine, riso e cibo in generale.

La cultura filippina: le curiosità e le usanze del paese spiegate da una filippina


FUNERALI NELLA CULTURA FILIPPINA:
UNA SETTIMANA DI VEGLIA DOVE SI MANGIA

Il funerale viene concepito diversamente da noi. Innanzitutto il corpo del deceduto viene imbalsamato per metterlo all’interno di una stanza dove ci sarà la settimana di veglia. In questa stanza verranno messe una foto gigante di fianco alla bara aperta e tante sedie di fronte ad essa.

Non solo preghiere ma soprattutto cibo. Infatti, chi viene alla veglia, avrà cibo nella stessa stanza della bara per commemorare il defunto e condividere gli ultimi pasti. Inoltre, c’è un’usanza diversissima rispetto alla cultura occidentale: di fronte alla bara si tende a fare le ultime foto e ultimi selfie. Pur essendo metà filippina, non condivido molto questa usanza.

Il colore del lutto è il bianco.

Quando un parente passa a miglior vita, abbiamo l’usanza di non togliere i vestiti dagli armadi e le sue cose personali all’interno della casa per almeno 1 anno. Questo, soprattutto nella mia famiglia, è considerato come un segno di rispetto verso il caro.


USANZE PER NATALE NELLA CULTURA FILIPPINA

La cultura filippina: le curiosità e le usanze del paese spiegate da una filippina

Ho passato i miei primi 5 natali proprio a Manila. Ho partecipato al famoso “Carroling” che consiste in un gruppo di bambini e adulti itinerante che si recano davanti a ciascuna casa del quartiere a cantare canzoni di natale. Chi apprezza questi canti, offre dei soldi al piccolo gruppetto. 

Inoltre, c’è l’usanza di fare il fioretto di natale che consiste nel fatto che dal 14 al 24 Dicembre, si va a messa all’alba.

La cultura filippina: le curiosità e le usanze del paese spiegate da una filippina
Natale nelle filippine (scusate la qualità ma sono passati anni)

FAMILY DAY OGNI DOMENICA.

Riuscirete a riconoscere le uscite familiari e i tutti i singoli componenti di ciascuna famiglia (anche se non le conoscete in prima persona) perché c’è l‘usanza del “family day”: una giornata dedicata interamente alla famiglia (di solito il giorno dello stipendio oppure la domenica) in cui ogni membro si veste dello stesso colore. Chi ha avuto fratelli e sorelle ha probabilmente vissuto giorni in cui era vestito uguale a loro. Ecco, mettete la stessa situazione e allargatela a tutta la famiglia. Imbarazzante e dolce allo stesso tempo vero?

Cultura filippina e le usanze spiegate da una filippina
Family day nelle Filippine

IL COMPLEANNO NELLA CULTURA FILIPPINA È IMPORTANTISSIMO

Il compleanno nelle Filippine è considerato un evento assolutamente da festeggiare. Infatti, viene concepito come il proprio capodanno personale in cui si fanno bilanci e promesse a sé stessi. Proprio per questo vengono organizzate feste in grande che dovranno comprendere karaoke, shortini, birra San Miguel. Il compleanno viene organizzato in famiglia (parenti, vicini di casa e di quartiere, colleghi, amici e parenti degli stessi).

Un particolare compleanno è festeggiato più pesantemente rispetto agli altri: la festa della maggiore età. Infatti, si diventa maggiorenni a 18 anni se si è femmine e 21 anni se si è maschi. Questo compleanno viene festeggiato con la festa dei debuttanti in cui la ragazza si veste come una principessa e i ragazzi in modo elegante. In questa festa del “Debut”  vengono fatti balli tradizionali, esibizioni di hip hop e karaoke.  Per farvi capire quanto sia grande questa festa, vi mostro i primi risultati di Google scrivendo “Debut”.

Cultura filippina e le usanze spiegate da una filippina
I risultati su Google per il “Debut”

 


SCUOLA  NELLE FILIPPINE

La scuola occupa mesi differenti rispetto all’Italia per le differenti stagioni che abbiamo. Infatti, la scuola inizia a Giugno e finisce a Marzo. Questo per approfittare delle temperature più fresche delle stagioni delle piogge.

La cultura filippina: curiosità e usanze spiegate da una filippina
Io, mia cugina e mia sorella

Prima di entrare a lezione, gli studenti si dispongono in file ordinate secondo la classe di appartenenza per cantare l’inno nazionale.

Si porta la divisa e c’è il rito della “Graduation” diploma secondo i riti americani come potete vedere nelle foto (che ho preso da quelle conservate da mamma).

Cultura filippina: la scuola
Foto di mamma: le divise e la laurea
La cultura filippina: curiosità e usanze spiegate da una filippina
Foto di mamma: la foto di classe

Nelle Filippine c’è una suddivisione dell’istruzione in privati e pubbliche: questo è legato all’influenza della colonizzazione americana. La cultura filippina però si differenzia dalla scuola americana insegnando nelle scuole materie pratiche come per esempio la cucina o il cucito. Alla fine delle lezioni, gli alunni puliscono le aule come in Giappone per imparare il rispetto delle cose che si utilizzano. Se penso alle aule del liceo da studentessa italiana piena di cicche mi vien male.

 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Lascia un commento

6 pensieri riguardo “La cultura filippina: le curiosità e le usanze del paese spiegate da una filippina.

  1. Che bello! Già avevo molta voglia di visitare le Filippine, ora anche di più, ora capisco tante cose dei concorsi ed è bellissimo questo senso di comunità. Il mondo occidentale spesso perde il cuore in favore dell’utile, il benessere porta la corruzione dei principi morali come insegna la storia, ma c’è speranza finché ci sono persone che riescono a vivere davvero la vita cristiana o insomma, qualsiasi cultura fondata sull’amore, sul rispetto ed l’empatia.

    1. Grazie mille Barbara, per queste bellissime parole. Ti auguriamo di poter visitare il prima possibile il mio paese 🙂

  2. Mi ritrovo in tutto quello che hai scritto nell articolo. Io sono italiana e il mio compagno e’di batangas…. Stiamo insieme dal 2005 e abbiamo due bambini…… Mi e’piaciuto.il tuo articolo perche’e’ chiarissimo e davvero affronta tutti gli aspetti piu rilevanti. Interessante la vostra gestualita’… Cioe noi italiani non stiamo un attimo fermi con le mani, voi indicate con la bocca e ho notato che tendete a sgranare gli ocvhi per annuire e per sottolineare le parole……. Davvero un brll articolo, lo faro’leggere ai miei amici

    1. Ciao Ines, grazie per questo bellissimo commento.
      É sempre bello trovare persone che toccano con mano, ogni singolo giorno, la cultura filippina.
      In più, essere una coppia mista è un viaggio a parte di sola andata che arricchisce sempre.
      Un abbraccio,
      Engi & Chri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto